888 Casinò Live Online
set 10, 2011

Posted by in Casino Online, Notizie casino online, Scommesse Sportive | 0 Comments

Casinò online e scommesse sportive: in ottobre a Bruxelles si discute il rapporto sul Libro Verde

Casinò online e scommesse sportive: in ottobre a Bruxelles si discute il rapporto sul Libro Verde

Come avevamo anticipato nel precedente articolo, il Libro Verde dell’Unione Europea pubblicato a marzo, ha messo in evidenza alcuni dati e delineato delle linee guida per una probabile futura regolamentazione unitaria del settore dei casinò e delle scommesse online in tutta Europa.

Tra marzo e luglio c’è stata discussione fra politici e lobbies (operatori dei casinò online, gestori dei casinò dal vivo, organizzazioni a difesa dei diritti dei giocatori, sponsor). Ne è scaturito un rapporto che rende pubblici i 271 emendamenti presentati dai deputati in parlamento europeo. C’è anzitutto un invito alla Commissione a studiare una soluzione per l’introduzione di “un sistema paneuropeo di licenze per il gioco d’azzardo on line”. Si segnala inoltre una spaccatura a livello politico sulla questione se il gioco d’azzardo online sia più o meno coinvolgente delle scommesse sportive tradizionali e quindi se sia necessaria una maggiore protezione.

Alcuni deputati poi si sono espressi a favore di restrizioni per la pubblicità nel gioco d’azzardo online, tra cui l’introduzione obbligatoria dei messaggi di avviso riguardo la natura promozionale. Come sapiamo poi il rapporto ha sottolineato l’ “eventuale necessità di una maggiore cooperazione tra le autorità nazionali competenti”.

Se queste proposte verranno accolte lo sapremo dopo la sessione di voto in plenaria a Bruxelles prevista per il 12 e 13 ottobre prossimi. L’obbiettivo di una piena armonizzazione è ancora molto lontano, per adesso si pensa soprattutto a far passare almeno alcune norme che prevedono l’obbligo per i regolatori nazionali a informarsi reciprocamente sulle loro politiche, e comunicare episodi di frode o di revoca delle licenze.

L’italiano Stefano Mallia ha il compito di formulare la versione finale del rapporto per conto del Comitato economico e sociale europeo. “Voglio la creazione di una lista a livello europeo degli operatori a cui è stata concessa licenza secondo parametri sicuri e accettabili”.

Dal canto loro gli operatori sentono che non ci sono ancora valide proposte sul tavolo. Sigrid Ligne, segretario generale della Betting Association (EGBA) ha dichiarato che gli operatori hanno dovuto pagare circa 8.700.000 euro per ricevere una licenza in Francia. Se lo stesso processo dovesse essere ripetuto in tutti i 27 stati membri i costi sarebbero pazzeschi e davvero pochi operatori se lo potrebbero permettere.

.
Potrebbe Interessarti...close